Carta del docente, entro la fine di agosto bisogna spendere le somme dell’A.S. 2019/20

Vi ricordiamo la scadenza del 31 agosto per la carta docente: è bene che l’insegnante provveda a utilizzarne il residuo. La Carta spetta solo ai docenti di ruolo, quindi sono esclusi i supplenti, nonostante più volte i sindacati ne abbiano fatto richiesta.

Cosa si può acquistare con la Carta del docente?

La carta può essere utilizzata per l’acquisto di:

  • libri e testi, anche in formato digitale, di pubblicazioni e di riviste comunque utili all’aggiornamento professionale;
  • hardware e software;
  • iscrizione a corsi per attività di aggiornamento e di qualificazione delle competenze professionali, svolti da enti accreditati presso il Ministero dell’istruzione, dell’università e della ricerca;
  • iscrizione a corsi di laurea, di laurea magistrale, specialistica o a ciclo unico, inerenti al profilo professionale, ovvero a corsi post lauream o a master universitari inerenti al profilo professionale;
  • titoli di accesso per rappresentazioni teatrali e cinematografiche;
  • titoli per l’ingresso a musei, mostre ed eventi culturali e spettacoli dal vivo;
  • iniziative coerenti con le attività individuate nell’ambito del piano triennale dell’offerta formativa delle scuole e del Piano nazionale di formazione, di cui articolo 1, comma 124, della legge n. 107 del 2015(Buona Scuola).

Conferimento incarichi a tempo determinato da GPS I e II fascia - avviso dell'UAT Vicenza

Si rimanda ad un'attenta lettura dell'avviso, che contiene importanti informazioni per tutti gli interessati

https://vicenza.istruzioneveneto.gov.it/2021/08/13/avviso-operazioni-di-...

 

ASSUNZIONI E ASSEGNAZIONE SUPPLENZE DA GPS I - II FASCIA - FAQ

Il 5 di agosto partirà la procedura di assunzioni e assegnazioni supplenze da GPS. Molti sono i dubbi e le incertezze rispetto a questo nuovo sistema. Il nostro sito di informazione Infodocenti ha raccolto le domande più frequenti e ha cercato di rispondervi. Qui di seguito le FAQ.

1) La domanda da presentare su Istanze Online costituisce un aggiornamento delle GPS?

No. Con questa domanda manifesto la mia disponibilità per le convocazioni per le supplenze annuali (31 agosto) e fino al termine delle attività didattiche (30 giugno). Mentre l’anno scorso le convocazioni per le supplenze sono state gestite da vari uffici scolastici provinciali con modalità diverse (piattaforma Sigeco, videoconferenze, invio preferenze via email, convocazioni in presenza), quest’anno si procederà con un’unica piattaforma ministeriale.

2) Se non presento la domanda mi verrà attribuito un posto?

No.

3) Chi deve presentare la domanda?

I soggetti coinvolti sono:

  1. abilitati\specializzati inseriti nella prima fascia delle GPS o negli elenchi aggiuntivi potranno presentare domanda per l’immissione in ruolo a condizione di avere 3 annualità di servizio su posto comune (se concorrono ad un posto comune);
  2. i soggetti inseriti nelle GAE e nella I e II fascia delle GPS che intendano aspirare alle convocazioni per le supplenze annuali (31 agosto) e fino al termine delle attività didattiche (30 giugno).
4) Quante istanze devo compilare?

Una sola.

5) Quali procedure devo compilare?
  • Chi ha i requisiti per partecipare alla procedura di immissione in ruolo se vuole partecipare all’immissione deve compilare la sezione “Espressione preferenze supplenze annuali finalizzata alla nomina in ruolo (D.L. 73/2021, art. 59 comma 4)”; 
  • Chi, intende partecipare al conferimento delle supplenze deve invece compilare la sezione “Espressione preferenze supplenze annuali / fino al termine delle attività”.

Ovviamente chi è in prima fascia GPS (o negli elenchi agggiuntivi) e ha i requisiti per poter partecipare alle immissioni in ruolo straordinarie può presentare domanda anche per il conferimento delle supplenze.

6) Quante preferenze posso esprimere?

In un primo tempo erano 100, nella riunione di eri il ministero ha dichiarato che potranno essere di più (fino a 150). Conviene inserire solo le scuole per me raggiungibili, perché se mi viene attribuita una scuola in questa fase, ed io rinuncio a prendere servizio, con ogni probabilità non potrò più partecipare alle fasi successive di conferimento delle supplenze.

7) Conviene aspettare le graduatorie d’istituto?

A nostro avviso no. Per questa via dovrebbero essere attribuite solo le supplenze a breve.

8) Le GPS verranno ripubblicate?

Il ministero ha detto di sì, ma c’è il forte rischio che questa operazione arrivi dopo il termine per la presentazione di questa domanda.

9) Le sedi disponibili verranno pubblicate?

Il ministero ha annunciato la pubblicazione delle sedi disponibili entro il 10 agosto. Vedremo se questo termine verrà rispettato.

10) Nella procedura posso inserire il servizio svolto nel 2020/21?

Assolutamente no. Il punteggio è quello dell’aggiornamento 2020 (poi convalidato dalla scuola in cui abbiamo lavorato). Anche chi si è inserito negli elenchi aggiuntivi alla prima fascia non ha potuto inserire il servizio per l’anno scolastico 2020/21.

PROCEDURA STRAORDINARIA DI ASSUNZIONE PER DOCENTI DELLA I FASCIA GPS

A breve avrà inizio la procedura straordinaria, che darà la possibilità ai docenti inclusi nella I fascia GPS e negli elenchi aggiuntivi di ottenere un incarico a tempo determinato che porterà alla stabilizzazione al termine di un percorso. Di seguito una serie di informazioni per gli interessati.

Gli aspiranti inseriti nella I fascia delle graduatorie provinciali per le supplenze (GPS) posto comune e di sostegno e nei relativi elenchi aggiuntivi possono partecipare, a domanda, alla procedura straordinaria di assunzione, se attivata, prevista dal decreto legge sostegni-bis.

Questa procedura straordinaria di è attivata, per il solo a. s. 2021/22, al termine delle immissioni in ruolo ordinarie qualora  residuino ancora posti vacanti e disponibili, fatto salvo l’accantonamento dei posti destinati ai concorsi ordinari per la scuola dell’infanzia/primaria e secondaria (già banditi con DD 498/2020 e DD 499/2020, ma non ancora espletati) e al concorso STEM (in corso di svolgimento) di cui al DD 826/2021.

Alla procedura si partecipa presentando domanda tramite Istanze Online. Il Ministero, con apposito Avviso, fornirà indicazioni circa il termine di presentazione delle istanze.

Nella domanda,  che va presentata per la provincia di inserimento nelle GPS/elenchi aggiuntivi, l’aspirante dichiara (e indica): il possesso dei requisiti di partecipazione; le classi di concorso o tipologie di posto per cui intende partecipare; l’ordine di preferenza delle istituzioni scolastiche distinto per classe di concorso e tipologia di posto (è possibile esprimere anche comuni e distretti); il consenso al trattamento dei dati personali.

Per partecipare alla procedura, sia per posto comune che per posto di sostegno, il requisito è l’inserimento nelle GPS di prima fascia o relativi elenchi aggiuntivi. Solo per partecipare alla procedura su posto comune, è necessario aver svolto su posto comune, entro l’anno scolastico 2020/2021, almeno tre annualità di servizio, anche non consecutive, negli ultimi dieci anni scolastici oltre quello in corso, nelle istituzioni scolastiche statali.

Dopo l’incarico a tempo determinato il docente individuato svolge il percorso annuale di formazione iniziale e prova, di cui all’articolo 13 del D.lgs. n. 59/2017, al termine del quale, se valutato positivamente, sostiene una prova disciplinare.

La prova disciplinare consiste in un colloquio di idoneità, al termine del quale è espresso un giudizio di idoneità o non idoneità.

La valutazione è di competenza di una commissione esterna all’istituzione scolastica di servizio.

Il colloquio verte sui programmi di cui all’allegato A al DM n. 327/2019 per la scuola dell’infanzia e primaria e di cui all’allegato A al DM n. 201/2020 per la scuola secondaria di primo e secondo grado.

In caso di giudizio negativo, ossia di non idoneità, il docente decade dalla procedura e il contratto a tempo determinato non può essere trasformato a tempo indeterminato.

 In caso di giudizio positivo nella prova disciplinare, il docente è assunto a tempo indeterminato, a decorrere dal 1° settembre 2021, o, se successiva, dalla data di inizio del servizio, e confermato in ruolo nella stessa scuola presso cui ha prestato servizio a tempo determinato.

 

 

 

E' LEGITTIMO L'OBBLIGO DI FORMAZIONE DI 25 ORE PER L'INCLUSIONE DEGLI ALUNNI CON DISABILITA'?

Il Decreto ministeriale n. 188 del 21 luglio 2021 prevede l'obbligo, per i docenti non in possesso del titolo di specializzazione sul sostegno e che abbiano nelle loro classi alunni con certificazione, di frequentare un corso di formazione di 25 ore (di cui almeno 17 in presenza).

E' legittimo tutto ciò?

Ecco il pensiero della Gilda degli insegnanti:

  • l’obbligo di formazione, così come si configura nel Decreto del ministro, si scontra con le norme contrattuali
  • il CCNL 2016/2018 stabilisce che la formazione è un diritto/dovere e sancisce anche il diritto alla fruizione di 5 giorni di esonero dal servizio nel corso dell’a.s. per partecipare alle iniziative di formazione
  • per questo si danno solo due possibilità le 25 ore di formazione per l’inclusione:
    - rientrano nelle 40 ore delle riunioni collegiali (Collegio docenti)       -devono essere retribuite
  • in ogni caso nessun ministro né dirigente scolastico può imporre ai docenti la formazione al di fuori dell’orario di servizio (nel corso degli ultimi anni sono numerose le sentenze della magistratura, ultima quella del Tribunale di Terni, sezione lavoro (sentenza n. 84/2019 del 20/02/2019), che condannano il ministero a retribuire le ore di formazione ai docenti obbligati a frequentarle dalla legge)

 

Se in qualche scuola si tentasse di ricorrere al «volontariato obbligatorio» in tema di formazione la Gilda degli Insegnanti è pronta ad intraprendere tutte

le azioni legali necessarie ad ottenere la retribuzione che spetta di diritto ai docenti

GILDA: FORMAZIONE OBBLIGATORIA SOSTEGNO, AZIONI LEGALI CONTRO LAVORO GRATUITO

Con l’emanazione del decreto sulla formazione obbligatoria sul sostegno, assistiamo all’ennesimo scavalcamento delle prerogative contrattuali. Un’invasione di campo da parte di un governo al quale, forse, giova ricordare che in tutti gli ambiti lavorativi l’aggiornamento professionale rientra nell’orario di servizio prestato e, dunque, come tale deve essere considerato a livello retributivo. Escludere le 25 ore di formazione obbligatoria dal monte delle 40 ore delle attività funzionali all’insegnamento e non prevedere alcun esonero significa imporre agli insegnanti di lavorare gratuitamente, una condizione inaccettabile che appartiene ad epoche lontane in cui vigeva la schiavitù”. Così Rino Di Meglio, coordinatore nazionale della Gilda degli Insegnanti, commenta il decreto ministeriale in attuazione della legge di Bilancio 2021 che introduce 25 ore di formazione obbligatoria per i docenti privi di specializzazione sul sostegno e nelle cui classi siano presenti alunni con disabilità.

“L’unico finanziamento previsto consiste in 10 milioni di euro destinati alla realizzazione dei corsi, cioè all’organizzazione delle attività e alla retribuzione dei formatori. Nulla è stanziato per retribuire l’impegno lavorativo dei docenti. Le scuole dovranno compiere uno sforzo per reperire risorse aggiuntive dal Fondo di istituto oppure dovranno utilizzare l’orario destinato alle riunioni collegiali. Se in qualche scuola si tentasse di ricorrere al  ‘volontariato obbligatorio’, – conclude Di Meglio – intraprenderemo azioni  legali per ottenere la retribuzione che spetta di diritto”.

Roma, 23 luglio 2021

INSERIMENTO NEGLI ELENCHI AGGIUNTIVI PER IDONEI CONCORSO STRAORDINARIO: GUIDA

Con una nota pubblicata ieri, il ministero ha precisato che ci sono due condizioni per avere l’abilitazione:

  1. l’inserimento nelle graduatorie di merito della procedura straordinaria in oggetto, pubblicate nel corrente a.s. 2020/21;
  2. un contratto a tempo indeterminato o a tempo determinato (almeno fino al 30 giugno).

Se non avete entrambe le condizioni non potete inserirvi negli elenchi aggiunti alla prima fascia GPS.

Compilare l’istanza

Chi rispetta entrambi i criteri può compilare l’istanza “Elenchi aggiuntivi graduatorie provinciali di supplenza pers. docente ed educativo”. Il Miur per consentire a chi ha superato il concorso straordinario di presentare la domanda si è limitato ad aggiungere un’opzione a questa applicazione. Per aiutarvi nella compilazione ho preparato una guida per immagini che potete scaricare in fondo alla pagina.

Allungati (poco) i tempi per presentare l’istanza

Per presentare la domanda il ministero ha allungato un poco di tempi per la presentazione. Ha comunicato ufficialmente che le domande potranno essere inoltrate in via telematica entro le ore 23.59 di domenica 25 luglio 2021.

qui di seguito il link di Infodocenti" dove trovate la guida per immagini

http://www.infodocenti.it/elenchi-aggiuntivi-i-fascia-gps-come-inserire-...

IMMISSIONI IN RUOLO: IL MEF AUTORIZZA UN CONTINGENTE DI 112.473 POSTI

E' stato reso noto il contingente delle prossime immissioni in ruolo per l'anno scolastico 2021-2022: si tratta di 112.473 posti, che equivalgono  praticamente al 100% dei posti disponibili, che sono 112.691.

Ora si attende la comunicazione ufficiale dal ministero dell'istruzione circa il contingente, ma soprattutto la suddivisione per regioni, province, ordini e gradi di istruzione, ma anche e soprattutto per classi di concorso.

Dovrebbe a breve essere avviata la seconda fase della procedura informatizzata delle immissioni in ruolo su Istanze on Line, che prevede la scelta delle sedi in ordine di preferenza da parte degli aspiranti.

 

DECRETO SOSTEGNI BIS

SOSTEGNI BIS – ASSUNZIONI: EMENDAMENTI APPROVATI

Mancano ancora dei passaggi parlamentari, ma possiamo affermare che i giochi in relazione agli emendamenti al decreto sostegni bis che riguardano le assunzioni dei docenti precari sono fatti, e che quelli approvati finora saranno al 99,99% confermati con un voto di fiducia dai due rami del parlamento.

Ecco brevemente un elenco degli emendamenti più importanti approvati:

1) Per quanto concerne le nomine da GPS per i docenti specializzati – compresi quelli che si specializzeranno entro il 31 luglio –  è stata tolta la richiesta dei 3 anni di servizio, quindi per loro sarà più agevole poter ricevere una nomina a tempo determinato con possibilità di vedersela trasformata a tempo indeterminato il prossimo anno dopo aver sostenuto una prova orale e completato il periodo di formazione. Per i posti su materia invece è rimasta la richiesta di avere almeno 3 anni di servizio in una scuola statale. Nessuna apertura ai docenti di II fascia.

2) Per i docenti non abilitati con almeno 3 anni di servizio ( negli ultimi 5  di cui almeno 1 specifico), è previsto un ulteriore concorso straordinario da effettuare entro il 31 dicembre su tutti quei posti che residueranno dopo le operazioni di ruolo previste. In pratica su tutti i posti non assegnati, tolti gli accantonamenti per il concorso ordinario, ci sarà una prova scritta entro dicembre, cui seguirà un percorso di formazione ( a proprie spese ) da delineare e una prova orale finale.

3) Nei prossimi concorsi ordinari, verrà riservata una quota pari al 30% per chi ha almeno 3 anni di servizio

4) Viene eliminato l’articolo che prevedeva il “salto” di una procedura concorsuale per chi non avesse superato le prove di quello precedente. In pratica si potrà ripetere il concorso successivo senza nessun impedimento

5) il concorso straordinario per la sola abilitazione deve essere avviato entro il 15 dicembre

Concorso ordinario, quiz classe A012-A022: è uscito il Milledomande

Concorso ordinario, quiz classe A012-A022: è uscito il Milledomande

Concorso ordinario, quiz classe A012-A022: è uscito il Milledomande

L’Associazione Articolo 33 ha pubblicato un libro di preparazione allo scritto del concorso ordinario per le Classi A012 e A022 che è in preorder presso il sito della casa editrice a questo indirizzo.

Il libro contiene mille quiz – per questo si chiama “Milledomande” – fatte prendendo come base il programma del concorso ordinario stabilito dal ministero dell’Istruzione per queste due classi di concorso. Può rappresentare un ottimo strumento per comprendere quali sono le lacune di chi si sta preparando al concorso ordinario.

PER ISCRITTI GILDA SCONTO DEL 25% SUL PREZZO DI COPERTINA (RICHIEDERE IL CODICE SCONTO PRESSO GILDA VICENZA)

CHI FOSSE INTERESSATO ALL'ACQUISTO CONTATTI LA GILDA DI VICENZA E COMUNICHI IL NOMINATIVO (SE SI RAGGIUNGE AD UN ORDINE DI ALMENO 10 COPIE C'E' UNO SCONTO DEL 50%)

 

 

 

Pagine

Abbonamento a GILDA DEGLI INSEGNANTI DI VICENZA RSS