CONCORSO STRAORDINARIO BIS 2022, 30 GIORNI DI TEMPO PER LE DOMANDE

  • La procedura, prevista dal Decreto Milleproroghe, assegnerà  i posti residui dalle immissioni in ruolo dell’anno scolastico 2021/22.
  • Ci sono 30 giorni di tempo per presentare la domanda tramite la piattaforma  https://concorsi.istruzione.it/piattaformaconcorsi-web/istanze/lista-istanze-aperte  
  • Non è prevista per infanzia e primaria, né per i posti di sostegno.
  • Possono partecipare sia i docenti precari che di ruolo, purché in possesso dei requisiti richiesti  (3 anni di servizio negli ultimi 5 di cui 1 prestato nella specifica classe di concorso).
  • Sono esclusi i docenti che sono stati assunti dalla procedura art. 59 comma 4 del Decreto sostegni bis da prima fascia GPS ed elenco aggiuntivo, a prescindere dalla tipologia di posto su cui sono stati assunti (se sostegno o classe di concorso)
  • L'espletamento del concorso, che consiste in una prova orale, dovrebbe avvenire entro il 15  giugno, ma ciò è matematicamente impossibile.
  • Ai vincitori sarà assegnato un incarico a t.d. dal 1° settembre 2022: durante l'a.s. 2022/23  i docenti dovranno conseguire 5 CFU (40 ore) in collaborazione con le università, e l'anno di prova e formazione.
  • L'assunzione a t.i. partirà dal 1° settembre 2023.

 

BANDO [PDF]

POSTI [PDF]

30 MAGGIO 2022 SCIOPERO UNITARIO DELLA SCUOLA

 

 

GPS - LINK DEL MINISTERO ISTRUZIONE

Al seguente link del MI si posso o trovare tutte le informazioni inerenti la procedura di presentazione della domanda nelle GPS.

 

https://graduatorie.static.istruzione.it/index.html

 
 
 
 

GPS - CONSULENZE PRESSO GILDA DEGLI INSEGNANTI DI VICENZA

 

Le domande  di aggiornamento/ trasferimento/ nuovo inserimento nelle GPS possono essere  presentare in modalità telematica in istanze on line a partire dalle ore 9.00 del 12 maggio fino alle 23.59 del 31 maggio prossimo.
 
Siamo a disposizione degli iscritti per consulenze in modalità telematica (MEET) o in presenza presso le nostre sedi di Vicenza, Bassano, Schio e Lonigo.

Nella sezione SEDI E ORARI DEL PRESENTE SITO  troverete informazioni su ubicazione delle sedi e orari.

Per accedere alla consulenza è necessario fissare un appuntamento telefonando al numero fisso 0444-304943. 

 
Per accedere a IOL, compilare e inviare la domanda è necessario disporre dello SPID, mentre non è richiesto il codice personale.

Venerdì 13 maggio alle 15.30  si terrà un webinar informativo su piattaforma MEET, durante il quale si potranno porre quesiti.

Di seguito il link di accesso:

 
meet.google.com/xzn-wyxh-bxy

 
 
 

USCITA L'ORDINANZA SULLE GPS, DOMANDE A PARTIRE DA DOMANI

 

Finalmente il ministero dell’istruzione ha pubblicato l’ordinanza ministeriale che dovrebbe regolare l’aggiornamento delle GPS. Insieme all’ordinanza ci sono anche le tabelle di valutazione dei titoli.

Le domande si potranno presentare in modalità telematica in istanze on line a partire dalle ore 9.00 di domani 12 maggio fino alle 23.59 del 31 maggio prossimo.

Ordinanza

Tabelle allegate

 

SCIOPERO GENERALE DELLA SCUOLA SUL DL 36

Nella giornata di oggi  il tentativo di conciliazione al Ministero del Lavoro tra rappresentanti del Ministero dell’Istruzione e i sindacati rispetto al DL 36 (Reclutamento e formazione dei docenti) è fallito.

Si va verso la proclamazione dello sciopero generale, che si svolgerà con tutta probabilità il 30 maggio prossimo.

Concorsi scuola, dal 2025 si dovrebbe tornare alle domande a risposta aperta

Il DL 36 su reclutamento e la formazione dei docenti , pubblicato in GU il 30 aprile scorso, contiene anche una norma che fa riferimento ai concorsi ordinari, secondo la quale l’attuale sistema dei quiz dovrebbe valere fino al 2024.

Dall’anno successivo la prova scritta del concorso a cattedra sarà composta da domande a risposta aperta.

Se nella conversione in legge del decreto verrà confermata questa regola, il test "a crocette" vedrà la sua fine.

Con ogni evidenza si tratta di una presa di posizione del governo dovuta alle innumerevoli polemiche attorno al concorso scuola secondaria.

IN ARRIVO IN QUESTI GIORNI ORDINANZA SULLE GPS

Era attesa per oggi l'ordinanza sull'apertura delle Graduatorie Provinciali delle Supplenze (GPS); è probabile che ci sia qualche ritardo, ma uscirà di sicuro a giorni, forse già domani.

E' possibile che partano subito dopo le domande, per la presentazione delle quali è prevista una finestra di 20 giorni. L’ipotesi più probabile è che ci sia tempo fino alla fine di maggio per poter effettuare l’aggiornamento. C’è chi non esclude un allungamento da 20 a 30 giorni dei termini per presentare la domanda.

 

Riforma reclutamento e formazione, Di Meglio: "Umiliante per docenti e Parlamento"

Arriva in Gazzetta Ufficiale, all’interno del Decreto Legge n. 36, la revisione del reclutamento e della formazione dei docenti italiani, già approvata dal Consiglio dei ministri lo scorso 21 aprile: gli articoli che interessano più da vicino gli addetti ai lavori nel mondo della scuola sono il 44 (Formazione iniziale e continua dei docenti delle scuole secondarie), con duplice aggiornamento (una parte obbligatoria e non remunerata, un’altra volontaria e con incentivi dal 2027 in cambio di 15-30 ore annue in più), il 45 (Valorizzazione del personale docente), il 46 (Perfezionamento della semplificazione della procedura di reclutamento degli insegnanti) con nuove modalità di accesso concorsuali alla professione, anche nuovi CFU, e il 47, incentrato sulle misure per l’attuazione del Piano nazionale di ripresa e resilienza di cui è titolare il Ministero dell’istruzione.

Ora il Parlamento avrà due mesi al massimo di tempo per convertire il decreto in legge: eventuali emendamenti approvati al testo dovranno avere il sì della maggioranza sia della Camera sia del Senato.

Rino Di Meglio, coordinatore nazionale della Gilda degli Insegnanti, commenta così il Decreto Legge:

Un provvedimento inaccettabile nel metodo e nel merito, che umilia gli insegnanti, il ministero dell’Istruzione e il Parlamento che viene esautorato delle sue funzioni istituzionali”.  “Non c’è stata alcuna discussione, alcun confronto né con i sindacati né in sede parlamentare, le norme relative alla scuola sono finite nel minestrone del Pnrr e arriveranno blindate alla Camera e al Senato, senza possibilità di cambiare una virgola. Questo metodo - incalza Di Meglio - deve indurre tutti i cittadini, e anche il Presidente della Repubblica, a una riflessione, perché non è concepibile che si calpestino così le procedure democratiche che regolano la vita politica nel nostro Paese”.

Riferendosi, poi, al merito del decreto, il coordinatore della Gilda ironizza amaramente sul titolo dell’articolo 46, Perfezionamento della semplificazione della procedura di reclutamento degli insegnanti: Fa sorridere la parola ‘semplificazione’, visto che sarebbe stato difficile immaginare un percorso a ostacoli più complicato: oltre alla laurea magistrale della durata di 5 anni, per ottenere l’abilitazione il legislatore prevede l’acquisizione di 60 Cfu, che impegnano un altro anno, a cui si aggiunge l’anno di prova rafforzato. Per un totale, se tutto fila liscio, di 7 anni. Giusto in tempo per la crisi del settimo anno. Sarebbe stato di gran lunga preferibile - sottolinea Di Meglio - sposare la proposta avanzata dalla Gilda di istituire un percorso simile a quello in vigore per Scienze della Formazione Primaria, dedicando l’ultimo anno del corso di studi alla formazione didattico-metodologica. Anche il meccanismo riservato ai precari con 3 anni di servizio è macchinoso e punitivo”.

 Sulla formazione l’unica cosa certa è la spesa per retribuire lautamente il presidente e i dirigenti del nuovo ente pubblico denominato Scuola di Alta formazione dell’istruzione  e  sistema di formazione continua incentivata, mentre ancora una volta si tenta di scaricare sugli insegnanti ulteriori aggravi di lavoro senza che sia corrisposta alcuna retribuzione” “Rispetto a tutto ciò - conclude Di Meglio - ci auguriamo che si raggiunga la massima unità sindacale per portare la categoria alla mobilitazione generale”.

 

 

 

Concorso ordinario scuola, terzo calendario delle prove scritte

Il ministero ha pubblicato un terzo calendario delle prove scritte per il concorso ordinario scuola secondaria – lo potete trovare qui.

Ci saranno altri calendari?

Se la vostra classe di concorso non è presente, non c’è da preoccuparsi, perché come segnala lo stesso ministero, nelle prossime settimane ci sarà un ulteriore calendario delle prove per le materie mancanti – che dovrebbero svolgersi all’inizio del mese di giugno.

Cosa fare se la mia classe è presente in questo calendario?

Dove considerare che le prove scritte si svolgono nella regione per la quale il candidato ha presentato domanda di partecipazione, nelle sedi individuate dagli Uffici Scolastici Regionali competenti per territorio.

Per questo ora dovrete seguire il sito dell’USR della regione in cui avete presentato domanda per conoscere l’esatta ubicazione dove si svolgerà la vostra prova – ricordate che la prova deve avvenire almeno quindici giorni prima della data di svolgimento delle prove (e quindi non ci sarà nessuna pubblicazione un mese prima ma solo tra i 15 ed i 20 giorni prima della data riportata in questo calendario.

 

 

 

 

 

 

 

Pagine

Abbonamento a GILDA DEGLI INSEGNANTI DI VICENZA RSS