RITORNA L'ASSISTENZA TELEFONICA DI NOIPA

NoiPA ha finalmente annunciato di aver ripristinato l’assistenza telefonica. L’annuncio è arrivato all’inizio di dicembre con un avviso sul portale.

L’avviso di NoiPA: 

“A partire da lunedì 6 dicembre 2021 è possibile richiedere assistenza anche utilizzando il numero telefonico 06-41722722, attivo dal lunedì al venerdì, dalle ore 9:00 alle ore 18:00”.

CONCORSO ORDINARIO SECONDARIA

Il 5 gennaio sono stati pubblicati i decreti che modificano il regolamento ed il bando relativo al concorso ordinario per la scuola secondaria. Un passaggio necessario a seguito delle modifiche decise dal governo sull’iter dei concorsi pubblici. Come tutti voi saprete d’ora in poi i concorsi ordinari per la scuola saranno composti solo da una prova scritta e una orale.

Ecco una sintesi delle più importanti informazioni su questa procedura:

La prova scritta

La prova scritta sarà composta da 50 quesiti, computer based, distinti per ciascuna classe di concorso e tipologia di posto, e si svolgerà nella regione in cui il candidato ha presentato la domanda di partecipazione. I quesiti verteranno sui programmi previsti dall’allegato A al decreto del Ministro dell’Istruzione 9 novembre 2021, n. 326.

Quaranta quesiti verteranno sulla classe di concorso per cui si concorrerà, cinque quesiti a risposta multipla sulla conoscenza della lingua inglese al livello B2 del Quadro Comune Europeo di Riferimento per le lingue e cinque quesiti a risposta multipla sulle competenze digitali inerenti l’uso didattico delle tecnologie e dei dispositivi elettronici. Per le classi di concorso che riguardano le lingue e culture straniere, la prova è svolta nella lingua oggetto di insegnamento.

La prova verrà superata da chi avrà preso un punteggio almeno di 70 punti su 100 – che si ottengono rispondendo correttamente a trentacinque domande. E ovviamente dovrà sostenere la prova orale.

La prova orale

La prova orale si svolgerà sulla base di una traccia che il candidato estrarrà 24 ore prima dell’orario programmato per la propria prova. Le tracce estratte sono escluse dai successivi sorteggi  (secondo quanto stabilito dall’articolo 7, comma 2, del Decreto ministeriale 9 novembre 2021, n. 326).

Per la valutazione della prova orale la commissione avrà a disposizione un massimo di 100 punti e si riterrà superata dai candidati che conseguono il punteggio minimo di 70 punti su 100. Per alcune classi di concorso verrà prevista anche una prova pratica.

 

Per chi supera entrambe le prove si procederà alla compilazione delle graduatorie di merito regionali distinte per classi di concorso e tipologia di posto. Il punteggio finale è espresso in duecentocinquantesimi. Ciascuna graduatoria comprende un numero di candidati non superiore ai contingenti assegnati a ciascuna procedura concorsuale.

Aggiungiamo che finora, anche se il concorso scuola prevedeva una graduatoria solo per i vincitori – come in questo caso -, alla fine un provvedimento legislativo ha portato anche gli idonei ad essere inseriti nelle graduatorie di merito.

GILDA – GREEN PASS ALUNNI: “BENE NOTA MI SU CONTROLLI, MA SENZA DELEGHE AI DOCENTI”

 

“Accogliamo con soddisfazione la nota di chiarimento, che ha recepito le nostre osservazioni, emanata oggi dal ministero dell’Istruzione sulla delicata questione dei controlli del Green Pass rafforzato degli alunni delle secondarie in presenza di due positivi in classe”. Così la Gilda degli Insegnanti commenta il provvedimento con cui viale Trastevere è intervenuto dopo l’incontro di sabato scorso con i sindacati. 

La Gilda, però, mette in guardia i docenti dal rischio di essere impropriamente coinvolti nelle operazioni di controllo dello stato vaccinale degli studenti: “La nota del ministero stabilisce che siano i dirigenti scolastici a eseguire le verifiche, fornendo indicazioni precise in merito alle procedure da seguire. Siamo fortemente contrari, però, alla possibilità prospettata dall’Amministrazione che i dirigenti deleghino questo compito anche agli insegnanti e al personale Ata. I controlli – motiva il sindacato – implicano il trattamento di dati sensibili e, di conseguenza, il rischio di incorrere in responsabilità anche di natura penale. Riteniamo, dunque, che il modo giusto per accertare lo stato vaccinale degli alunni, specie se minorenni, sia quello di predisporre una piattaforma informatica, così come già avvenuto per il personale, e auspichiamo che il ministero proceda al più presto in questa direzione”

Roma, 10 gennaio 2022

DL 7 GENNAIO '22: MISURE URGENTI COVID-19 SCUOLA

 

Misure previste nel Decreto-Legge 7 gennaio 2022, n.1, in vigore dall’8 gennaio 2022

Scuola dell’infanzia

CASI

ALUNNI

PERSONALE

1

Attività didattica: sospesa per 10 giorni.

Misura sanitaria: quarantena della durata di 10 giorni con test di uscita-tampone molecolare o antigenico negativo.

Per il personale della scuola ed esterno che abbia svolto attività in presenza nella sezione/gruppo del caso positivo per almeno 4 ore, anche non continuative, nelle 48 ore precedenti l’insorgenza del caso si applica la circolare del Ministero della salute 60136 del 30.12.2021 per i contratti stretti (AD ALTO RISCHIO) *

Scuola primaria

1

Attività didattica in presenza: si raccomanda di consumare il pasto ad una distanza di almeno 2 metri.

Misura sanitaria: sorveglianza con test antigenico o molecolare da svolgersi il prima possibile (TO= è il giorno in cui Ats comunica che in classe c’è un positivo) dal momento in cui si è stati informati del caso di positività e da ripetersi dopo 5 giorni (T5= controllo a distanza di 5 giorni).

Per il personale della scuola ed esterno che abbia svolto attività in presenza nella sezione/gruppo del caso positivo per almeno 4 ore, anche non continuative, nelle 48 ore precedenti l’insorgenza del caso si applica la misura sanitaria dell’auto sorveglianza**.

In ogni caso si ritiene opportuno raccomandare, per il personale posto in auto sorveglianza, di effettuare comunque i test diagnostici T0e T5.

2

Attività didattica: l’attività didattica è sospesa e si applica la didattica a distanza per 10 giorni.

Misura sanitaria: quarantena della durata di 10 giorni con test di uscita tampone molecolare o antigenico con risultato negativo.

Per il personale della scuola ed esterno che abbia svolto attività in presenza nella sezione/gruppo del caso positivo per almeno 4 ore, anche non continuative, nelle 48 ore precedenti l’insorgenza del caso si applica la circolare del Ministero della salute 60136 del 30.12.2021 per i contratti stretti (AD ALTO RISCHIO) *

Scuola secondaria

1

Attività didattica: attività didattica in presenza con obbligo di indossare di indossare dispositivi di protezione per le vie respiratorie del tipo FFP” per almeno 10 giorni. Si raccomanda di non consumare pasti a scuola a meno che non possa essere garantita la distanza interpersonale di almeno 2 metri.

Misura sanitaria: auto sorveglianza

Per il personale della scuola ed esterno che abbia svolto attività in presenza nella sezione/gruppo del caso positivo per almeno 4 ore, anche non continuative, nelle 48 ore precedenti l’insorgenza del caso si applica l’auto sorveglianza.

2

A) Per gli alunni che non abbiano concluso I ciclo vaccinale primario o che lo abbiano concluso da più di 120 giorni, che siano guariti da più di 120 giorni e ai quali non sia stata somministrata la dose di richiamo si prevede:

Attività didattica: l’attività didattica in presenza è sospesa e si applica la Dad per la durata di 10 giorni;

misura sanitaria: quarantena della durata di 10 giorni con test di uscita tampone molecolare o antigenico con risultato negativo.

B) Per gli alunni che abbiano concluso il ciclo vaccinale primario, o che siano guariti, da meno di 120 giorni e per coloro ai quali sia stata successivamente somministrata la dose di richiamo si prevede:

Attività didattica: attività didattica in presenza con l’obbligo di indossare dispositivi di protezione delle vie respiratorie di tipo FFP2 per almeno 10 giorni; si raccomanda di non consumare pasti a scuola a meno che non possa essere mantenuta una distanza interpersonale di almeno 2 metri.

Misura sanitaria: auto sorveglianza.

Per il personale della scuola ed esterno che abbia svolto attività in presenza nella sezione/gruppo del caso positivo per almeno 4 ore, anche non continuative, nelle 48 ore precedenti l’insorgenza del caso si applica la circolare del Ministero della salute 60136 del 30.12.2021 per i contratti stretti (AD ALTO RISCHIO) *

3

Attività didattica: è sospesa l’attività in presenza, sia applica la Dad per la durata di 10 giorni.

Misura sanitaria: sia applica la circolare del Ministero della salute 60136 del 30.12.2021 per i contratti stretti (AD ALTO RISCHIO) *

Per il personale della scuola ed esterno che abbia svolto attività in presenza nella sezione/gruppo del caso positivo per almeno 4 ore, anche non continuative, nelle 48 ore precedenti l’insorgenza del caso si applica la circolare del Ministero della salute 60136 del 30.12.2021 per i contratti stretti (AD ALTO RISCHIO) *

 

*Di seguito i comportamenti da adottare in questa situazione:

1) Soggetti non vaccinati o che non abbiano completato il ciclo vaccinale primario (che abbiano ricevuto una sola dose di vaccino delle due previste) o che abbiano completato il ciclo vaccinale primario da meno di 14 giorni: rimane inalterata l’attuale misura della quarantena prevista nella durata di 10 giorni dall’ultima esposizione al caso, al termine del quale periodo risulti eseguito un test molecolare o antigenico con risultato negativo;
2) Soggetti che abbiano completato il ciclo vaccinale primario da più di 120 giorni, e che abbiano tuttora in corso di validità il green pass, se asintomatici: la quarantena ha durata di 5 giorni, purché al termine di tale periodo risulti eseguito un test molecolare o antigenico con risultato negativo;
3) Soggetti asintomatici che:
- abbiano ricevuto la dose booster, oppure
- abbiano completato il ciclo vaccinale primario nei 120 giorni precedenti, oppure
- siano guariti da infezione da SARS-CoV-2 nei 120 giorni precedenti,
non si applica la quarantena ed è fatto obbligo di indossare dispositivi di protezione delle vie respiratorie di tipo FFP2 per almeno 10 giorni dall’ultima esposizione al caso. Il periodo di auto sorveglianza termina al giorno 5.
È prevista l’effettuazione di un test antigenico rapido o molecolare per la rilevazione dell’antigene Sars-Cov-2 alla prima comparsa dei sintomi e, se ancora sintomatici, al quinto giorno successivo alla data dell’ultimo contatto stretto con soggetti confermati positivi al Covid 19.

**L’auto sorveglianza è un regime di cautela che il soggetto adottata autonomamente e che varia a seconda se si è sintomatici o asintomatici. Gli asintomatici hanno l’obbligo di auto monitorare il proprio stato di salute 5 giorni dal momento dell’ultimo contatto con la persona positiva. Durante i 5 giorni di auto sorveglianza il soggetto ha l’obbligo di indossare la mascherina FFP2. Se non insorgano sintomi riconducibili alla COVID-19, l’auto sorveglianza termina dopo 5 giorni senza il bisogno di fare tamponi molecolari o test antigenici, ma per altri cinque giorni persiste l’obbligo di indossare le mascherine FFP2. I soggetti che lamentano sintomi del Covid- 19 nei 5 giorni di auto sorveglianza

sono obbligati a sottoporsi ad un test antigenico rapido o un tampone molecolare. Se il risultato è negativo ma i sintomi persistono, dopo 5 giorni dal 1° test bisogna ripetere il tampone e si rimane in auto sorveglianza fino a quando l’esito dell’ultimo tampone non diventa negativo.

 

 

OOCC e GLO, sì alle riunioni in videoconferenza fino al 31.03.2022

 

L’articolo 16 del decreto-legge 24 dicembre 2021 n. 221, ha disposto quanto segue:

“1.   I termini previsti dalle disposizioni legislative di cui all'allegato A sono prorogati fino al 31 marzo 2022 e le relative disposizioni vengono attuate nei limiti delle risorse disponibili autorizzate a legislazione vigente”.

Tra le disposizioni contenute nell’allegato A, vi è anche l’articolo 73 del DL 28/2020, il quale prevede che le riunioni degli organi collegiali della scuola possano tenersi anche in videoconferenza anche se ciò non è previsto dal regolamento di istituto.

La vigenza di quest’ultima norma è stata prorogata fino al 31 marzo prossimo.

Il decreto milleproroghe di quest’anno, decreto-legge 228 del 30 dicembre, all’articolo 5, comma 2, prevede identica proroga anche per la facoltà di effettuare le riunioni in videoconferenza del Gruppo di lavoro operativo per l'inclusione previsto dal comma 10 dell’articolo 15 della legge 104/92.

Legge di Bilancio 30-12-21, alla scuola solo le briciole

Il 30 dicembre scorso è stata approvata in via definitiva la Legge di Bilancio 2022. Dei 30 miliardi a disposizione ne sono stati stanziati solamente 1, 5 per la scuola.

In sintesi i principali provvedimenti che toccano il personale scolastico.

  • possibilità di proroga dei contratti Covid personale docente ed ATA al termine delle attività didattiche (30 giugno 2022)
  • incremento del FMOF da 30 a 300 milioni di euro per la valorizzazione della professionalità dei docenti (ex fondo dedizione)
  • contributo di 20 milioni per le scuole paritarie dell'infanzia
  • introduzione dell'attività motoria nella scuola primaria a partire dal prossimo anno scolastico
  • creazione del fondo per lo straordinario dei dirigenti scolastici con risorse attinte dal Fondo per l'offerta formativa di docenti ed ATA (!!)
  • sdoppiamento delle "classi pollaio" solamente per le scuole che si trovano in aree svantaggiate
  • valutazione sempificata per gli esami di fine I e II ciclo di istruzione
  • riduzione del vincolo da quinquennale a triennale per i DSGA
  • possibilità di immissioni in ruolo tardive fino al 15 febbraio 2022 dalle graduatorie di merito dei concorsi con decorrenza economica e giuridica dal 1 settembre 2022
  • proroga dei contratti per dirigenti tecnici a tempo determinato
  • immissioni in ruolo per ATA (ex LSU) a partire dal 1 settembre 2022
  • stanziamento di 20 milioni per lo psicologo della scuola a supporto di docenti, alunni e famiglie
  • stanziamento di 3 milioni per indennità ai lavoratori in servizio nelle piccole isole

Congedi parentali Covid prorogati fino al 31 marzo 2022

L’articolo 17, comma 3. del DL 221/21 (cosiddetto "decreto Natale) proroga al 31 marzo 2022  la possibilità per il genitore di figlio in quarantena o malato Covid o in Dad  di fruire del congedo Covid pagato al 50%Il beneficio è previsto per chi ha figli nelle condizioni di cui sopra fino a 14 anni oppure disabili a prescindere dall'età. E' possibile fruire del medesimo congedo anche in caso di figli di età compresa tra i 14 e i 16 anni, ma non è prevista alcuna retribuzione.                                                                                                   

Concorso ordinario scuola, a gennaio il bando in Gazzetta Ufficiale

Sembra imminente la pubblicazione del bando relativo al concorso ordinario per la scuola secondaria in Gazzetta Ufficiale. Un passaggio necessario per recepire le modifiche apportate alle procedure con il decreto “sostegni bis” (la riduzione delle prove scritte ad una).

Potranno essere ammessi al concorso solo i candidati che hanno fatto domanda nel mese di luglio del 2020. Nel bando dovrebbe essere chiarito se i docenti delle discipline STEM (ovvero la A020, la A026, la A027, la A028 e la A041) potranno presentare una nuova domanda di partecipazione.

La procedura prevede solo una prova scritta ed una orale che dovranno essere superate con un punteggio minimo di 56/100. Dovrebbe essere prevista solo la graduatoria dei vincitori, mentre chi avrà superato le prove, ma non sarà nelle prime posizioni, verrebbe giudicato idoneo ed otterrebbe solo l’abilitazione.

Ad oggi è impossibile dire quali saranno i tempi per il concorso. La pubblicazione del bando relativo al concorso dovrebbe arrivare nei primi giorni di gennaio, e con ogni probabilità le prove dovrebbero già avvenire tra i mesi di gennaio e febbraio. Molto però dipenderà dall’evoluzione della pandemia.

 

INTEGRAZIONE A DISPONIBILITA' VACANZE NATALIZIE

A integrazione della precedente comunicazione si danno le disponibilità di Filippo Duva cell. 3312901329:

MARTEDI' 28 DICEMBRE ORE 9.30-13.00   DISPONIBILITA' TELEFONICA 

GIOVEDI' 30 DICEMBRE ORE 9.30-13.00     DISPONIBILITA' TELEFONICA 

MARTEDI' 4 GENNAIO     ORE 9.30-13.00    IN PRESENZA 

 

VACANZE NATALIZIE: REPERIBILITA' DEI CONSULENTI

Pagine

Abbonamento a GILDA DEGLI INSEGNANTI DI VICENZA RSS